Madonna della Neve

La chiesa che sorge su una altura poco distante dal centro di Borgo Carillia fu costruita nel 1895 a seguito del ritrovamento da parte di Antonio Di Masi di una grotta in cui fu rinvenuta una statuetta raffigurante la Madonna della Neve.

Si racconta che la Beata Vergine apparve all'agricoltore supplicandolo di riportarLa alla luce, in quanto sepolta all'interno di una grotta. Cominciati gli scavi la statua della Madonna fu ritrovata nel maggio del 1893. Il figlio del Di Masi prendendo tra le mani la statuetta esclamò: "Babbo, babbo, la bella Madonna vestita di bianco se ne sale al cielo e questa mi rimane fra le mani.". E si gridò subito al miracolo.

Iniziarono i pellegrinaggi gruppi molto numerosi. Si parla di addirittura 10.000 pellegrini in un sol giorno. Con le offerte raccolte dal fu deciso di costruire il santuario mariano.

Nel 1908 fu concesso il nome di Maria Santissima della Neve e il 21 aprile 1912 la statua della Beata Vergine e la Chiesa furono consacrate. Il 3 maggio è un momento atteso con fede e profonda commozione, alla stregua di un piccolo grande miracolo, dalla comunità dei fedeli di Carillia e Altavilla silentina .

La tradizione vuole che la statua della Madonna della Neve viene portata in processione dalla località Carillia, dove la statua fu trovata in una grotta, fino al capoluogo, percorrendo una tratto di ben 6 km a piedi. La processione si effettua a Maggio dalla frazione al capoluogo e a Novembre dal capoluogo alla frazione.

Pin It